Abbazia di San Colombano

Uno dei piรน importanti centri monastici Europa

Abbazia di San Colombano

Descrizione

La Basilica è aperta tutti i giorni dalle 8.00 alle 19.00

Il primitivo cenobio venne edificato da San Colombano nel 614 attorno all’antica chiesa di San Pietro, che sorgeva sul sito dove oggi è il castello Malaspina. Alla fine dell’XI secolo, per ospitare l’accresciuta comunità monastica, nonché i numerosi pellegrini che arrivavano da tutta Europa, si rese necessaria la costruzione di un monastero più ampio. L’opera fu compiuta durante il periodo dell’abate Agilulfo, che decise di trasferire il complesso abbaziale nella posizione odierna. Tra il 1456 e il 1522 radicali lavori di ampliamento e rifacimento interessarono l’Abbazia: solo in parte venne risparmiata la struttura dell'antica basilica protoromanica di cui sono visibili un breve tratto dell'abside circolare e parte della torre campanaria.

La Basilica, nonostante la semplicità degli elementi decorativi, ha una struttura grandiosa che esprime l'architettura di transizione tra il periodo gotico e il rinascimento. La composizione pittorica della navata centrale è opera di Bernardino Lanzani da San Colombano al Lambro e databile al 1526-30. Due rampe di scale situate ai lati della cappella maggiore permettono l'accesso alla cripta passando per un piano-ambulacro posto a mt 2,40 sotto il livello del pavimento superiore. Qui, dietro un'inferriata, è visibile un pregevole mosaico della prima metà del XII secolo. La composizione, divisa in due parti - la raffigurazione simbolica della lotta tra bene e male e il calendario - era orientata verso il popolo assumendo una funzione didattico-ornamentale per i fedeli. Entrando nella cripta, sulla destra troviamo una bella cancellata in ferro che in origine delimitava il coro monastico per impedire che la preghiera dei monaci fosse disturbata da occhi profani. Al centro della cripta è custodito il sarcofago di San Colombano e sulle pareti a lato due lapidi longobarde usate per i sepolcri di san Attala e San Bertulfo, rispettivamente secondo e terzo abate di Bobbio. 

Il complesso abbaziale ospita:

  • il Museo dell'Abbazia (raccolta di materiali archeologici e opere legate alla figura del Santo);
  • il Museo della Città (percorso didattico introduttivo alla città, ospitato nei locali dell'ex refettorio e lavamani)
  • il Museo Mazzolini (una raccolta di opere d’arte del secolo ‘900).

Modalità di accesso

Si accede alla struttura dal portone principale sito in Piazza S. Colombano, 29022 Bobbio PC.

Come arrivare

Piazza S. Colombano

Mappa

Costi

Non sono previsti costi per l’accesso alla struttura.

Orario per il pubblico

  • Lunedì dalle 07.00 alle 19.00.
  • Martedì  dalle 07.00 alle 19.30.
  • Mercoledì  dalle 07.00 alle 19.00.
  • Giovedì dalle 07.00 alle 19.00.
  • Venerdì dalle 07.00 alle 19.00.
  • Sabato dalle 07.00 alle 19.00.
  • Domenica dalle 07.00 alle 19.00.

Galleria

Ulteriori informazioni

Contatti:

  • Mail: comune@comune.bobbio.pc.it
  • Centralino unico: 0523962811

Ultimo aggiornamento: 08-07-2024

Quanto sono chiare le informazioni su questa pagina?

Grazie, il tuo parere ci aiuterà a migliorare il servizio!

Quali sono stati gli aspetti che hai preferito? 1/2

Dove hai incontrato le maggiori difficoltà? 1/2

Vuoi aggiungere altri dettagli? 2/2

Inserire massimo 150 caratteri